Si informano gli iscritti che Inarcassa, in attesa della pubblicazione del Decreto attuativo del DL 18/2020 – che prevede l’indennità una tantum di 600 euro a favore dei liberi professionisti – renderà disponibile il modulo di domanda a partire dal 1° di aprile che l’iscritto potrà presentare esclusivamente nell’area riservata di Inarcassa On Line.

PER MAGGIORI INFO VAI AL SEGUENTE LINK hiips://www.inarcassa.it/site/home/articolo8206.html

RIGUARDO ALLE MODALITA’ E ALLE PROCEDURE PER ACCEDERE AI SERVIZI E AI SUSSIDI PREVISTI DAL DECRETO CURA ITALIA E SIMILARI, SI CONSIGLIANO VIVAMENTE GLI ISCRITTI DI CONSULTARE LE PAGINE WEB DI INPS E DI INARCASSA, IN BASE AL PROPRIO REGIME CONTRIBUTIVO, DOVE VENGONO AGGIORNATI QUOTIDIANAMENTE LE PROCEDURE E LE MODULISTICHE RELATIVE.

www.inps.it
www.inarcassa.it

Inoltre si ricorda che le attività professionali non sono sospese.

Le attività degli studi di architettura e d’ingegneria; collaudi ed analisi tecniche, sono state inserite, tra le attività essenziali, nell’Allegato 1 del DPCM 22/03/2020.

Si ricorda tuttavia che restano ferme le previsioni di cui all’articolo 1, punto 7, del decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 11 marzo 2020.

In ordine alle attività produttive e alle attività professionali si raccomanda che:
a) sia attuato il massimo utilizzo da parte delle imprese di modalità di lavoro agile per le attività che possono essere svolte al proprio domicilio o in modalità a distanza;
b) siano incentivate le ferie e i congedi retribuiti per i dipendenti nonché gli altri strumenti previsti dalla contrattazione collettiva;
c) siano sospese le attività dei reparti aziendali non indispensabili alla produzione;
d) assumano protocolli di sicurezza anti-conta- gio e, laddove non fosse possibile rispettare la distanza interpersonale di un metro come principale misura di contenimento, con adozione di strumenti di protezione individuale;
e) siano incentivate le operazioni di sanificazione dei luoghi di lavoro, anche utilizzando a tal fine forme di ammortizzatori sociali;

I cantieri edili sono sospesi ad esclusione delle lavorazioni che rientrano nei seguenti codici ATECO:
1. 42 Ingegneria civile;
2. 43.2 Installazione di impianti elettrici, idraulici e altri lavori di costruzioni e installazioni;

E’ opportuno verificare bene nel relativo allegato le tipologie di lavori che si possono svolgere all’interno dei codici ATECO previsti nel Decreto.

Scarica nota informativa